Home // World Padel Tour // Sanyo Gutierrez: Con Bela stiamo lavorando per diventare “invincibili”. Andremo meglio nella seconda parte della stagione

Sanyo Gutierrez: Con Bela stiamo lavorando per diventare “invincibili”. Andremo meglio nella seconda parte della stagione

Sanyo Gutierrez: Con Bela stiamo lavorando per diventare “invincibili”. Andremo meglio nella seconda parte della stagione

Questa la seconda parte dell’intervista rilasciata da Sanyo Gutierrez a PadelMagazine.fr.

Come analizzi la finale di Madrid contro Ruiz / Stupa? Dopo aver perso il primo set, come avete cambiato la tattica per ribaltare il punteggio?

Sanyo Gutierrez: “A Madrid abbiamo faticato nelle prime fasi delle partite, ma siamo comunque riusciti a vincere il torneo. Non credo che abbiamo giocato un grande padel. È vero che siamo stati bravi nei momenti importanti. Abbiamo lottato e abbiamo rallentato il gioco su una pista così veloce. C’è sempre bisogno di un po ‘di fortuna per vincere un torneo.

Ad Alicante, su un campo più lento, Ruiz / Stupa vi hanno battuto. Cosa avete imparato da questa sconfitta?

Sanyo Gutierrez: “Impariamo ogni giorno. Ogni sconfitta è diversa. Questa sconfitta ci ha insegnato molto. Siamo una coppia molto giovane e non stiamo ancora giocando al livello che possiamo raggiungere. Concordo con Bela: “Andremo meglio nella seconda metà della stagione”. Tutti avevano grandi aspettative da questa coppia e a Madrid non siamo rimasti delusi perché abbiamo vinto. Ma non abbiamo mai pensato di vincere tutti i tornei “.

“Sappiamo che i giovani giocano molto bene, che il padel è diverso, che i campi sono diversi. Non abbiamo avuto la possibilità di allenarci sulla nuova superficie del World Padel Tour. Non sapevamo che la superficie fosse cambiata. Questo ci è stato comunicato in ritardo e non siamo stati in grado di esercitarci su questa superficie. Forse altri giocatori sono riusciti a farlo, quindi questo cambio di superficie ci ha sorpreso. Bisogna adattarsi e questo crea problemi al momento di giocare “.

“E ad Alicante ci siamo trovati di fronte a una coppia che sta diventando molto pericolosa perché va d’accordo perfettamente in campo. Giocano completamente rilassati e senza pressioni. Ci hanno superato e dobbiamo imparare dai nostri errori, cercare di vedere dove possiamo colpirli e tornare in campo ancora più forza a Vigo “.

Come si trasforma la pressione dei media e le aspettative dei tifosi in qualcosa di più in campo?

Sanyo Gutierrez: “Non credo che questo giochi a nostro favore. Bela e Sanyo non hanno mai giocato insieme, questa è la realtà. Abbiamo fatto solo 3 partite insieme con l’Argentina, senza esserci allenati e non aver mai condiviso niente insieme “.

“Con i nostri nomi la gente pensava che saremmo stati invincibili. Ma non abbiamo ancora dimostrato nulla. Vogliamo farlo e stiamo lavorando per essere, forse un giorno, una coppia invincibile, ma finora abbiamo vinto Madrid e perso nei quarti contro l’Alicante. Ecco cosa è successo.”

Con Bela, prevedete di realizzare un progetto di diversi anni?

Sanyo Gutierrez: “Siamo molto felici di giocare insieme oggi – anche se questo può cambiare, e il padel ha già dimostrato che se i risultati non arrivano si può cambiare rapidamente. Vogliamo progredire insieme. Se continueremo ad andare d’accordo come sta accadendo ora, e i risultati arriveranno, continueremo fino a quando faremo bene.
Se ci vediamo qui a 45 e 40 soffrire senza riuscire a vincere una sola partita, ovviamente cercheremo un’alternativa. Ma se i risultati ci saranno, giocheremo insieme per molto tempo.

Con Tapia, Bela giocava spesso a destra. Riesci a immaginare di cambiare posizione per sorprendere il tuo avversario?

Sanyo Gutierrez: “No, non è previsto. In realtà, non lo so davvero, non ne abbiamo parlato. In alternativa, sappiamo che entrambi possiamo giocare in entrambi i lati del campo. Non condivido l’idea di cambiare lato tutto il tempo. Un piccolo cambiamento per sorprendere su un punto perché no, ma non su base regolare. È molto bravo a sinistra, e io sono quello che sono a destra “.

L’obiettivo è il numero 1, ma Lebron / Galan impressionano. Qual è il piano per fargli male?

Sanyo Gutierrez: “Lo scorso anno non sono riuscito a trovare il modo. Bela l’ha trovato. Ho perso le 6 volte che li ho affrontati. L’anno precedente avevo giocato 6 volte contro Lebron e ne avevo vinte 5. Non ho mai giocato contro di loro con Bela… ho più o meno idea di cosa fare per fargli male, ma sono ottimi giocatori. Sono molto completi. Sono arrivati ​​ad Alicante con una campo lenta e hanno vinto. Contro di loro devi essere eccellente, perché anche quando non sono in giornata il loro livello è molto buono”.

Il padel è sempre più veloce. Devi adattarti accelerando il tuo gioco o puoi mantenere il tuo stile di gioco e rallentare il padel?

Sanyo Gutierrez: “Penso che possiamo aggiungere degli aspetti alla base. Quindi vogliamo aggiungere cose al nostro gioco per rimanere competitivi. Per noi è chiaro, non giocheremo lentamente. Sappiamo di dover accelerare la palla, inoltre non siamo mai stati giocatori che hanno sempre giocato lentamente. Quello che facciamo spesso è rallentare su una pista veloce e accelerare su una pista lenta.”

“Dobbiamo reinventarci ogni volta, perché i giovani sono sempre più grandi fisicamente, e forti e coprono sempre più campo”.

Molti ti considerano il miglior giocatore a destra. Qual è il giocatore che ti piace di più in questa posizione?

Alex Ruiz senza dubbio. Gioca molto bene. Sono molto sincero e a volte parlo un po’ troppo. Quando Franco Stupa mi ha detto che avrebbe giocato con Alex Ruiz, gli ho detto che non mi piaceva perché lo vedevo un po’ stagnante. E gli ho detto di scegliere un giocatore più giovane che potesse sorprendere. Ma onestamente, non ho niente da dire, mi ha chiuso la bocca. Devo dirgli: “avevi ragione Franco”. Ha visto qualcosa che io non ho visto. Sono sempre andato molto d’accordo con Alex, oltre al padel. La sua progressione quest’anno è impressionante.”

Con Stupa, sei stato il leader. Cosa dici dell’esperienza con lui?

Sanyo Gutierrez: “È stato un anno difficile e non siamo stati in grado di combinarci. Dovevamo fare due preseason e non vivevamo nella stessa città, quindi non stavamo condividendo tanto tempo come le altre coppie. Tutto in una stagione con solo 11 tornei, questo ha reso tutto più difficile.”

“Forse è anche perché eravamo giocatori troppo diversi. Guarda Franco oggi cosa sta facendo con Ruiz. Con me, non si sentiva così a suo agio. Imparo da ogni compagno e so che non giocherò più con un giocatore che ha le caratteristiche di Franco”.

Se vuoi fare come Bela, ti restano almeno 6 anni nel padel. Hai la forza mentale e fisica per andare avanti così a lungo?

Sanyo Gutierrez: “Penso di sì. Amo giocare, ma vorrei poter essere competitivo. Non ho intenzione di dire oggi che mi fermerò tra 8 anni perché dipenderà dal livello. Se tra 4 anni vedo che sono sopraffatto, non giocherò per soffrire. Ma giocherò finché mi divertirò, e penso che sarà molto tempo ancora perché mi piace giocare. (ride)”.

Chi ha più futuro, Coello o Tapia?

Sanyo Gutierrez: “Tapia è un fenomeno. Ha già vinto tornei, una finale del Master. Lui è la nostra grande speranza in Argentina. Mi piacerebbe vederlo continuare a migliorare, perché è uno di quelli che resterà quando i “vecchietti” che ci sono se ne andranno”.

“Coello è solo all’inizio, ma mi piace molto. Mi allenavo molto con lui e quando l’ho visto ho subito pensato che sarebbe stato un gran giocatore. Sarebbero molto bravi insieme.”

Qual è la tua opinione sul “punto de oro”?

Sanyo Gutierrez: “Penso che sia un grande idea. All’inizio non mi piaceva e non ero d’accordo, ma penso che sia una buona cosa. Sai che il game sta per finire e provoca qualcosa di molto bello nello spettatore. Tutti si fermano a vedere il punto de oro”.

Chi è la giocatrice e la coppia del circuito femminile che ti ha colpito di più?

Sanyo Gutierrez: “Penso che Aranza Osoro stia giocando molto bene quest’anno con le due vittorie sulle Martas. Lei è la grande sorpresa per me. “

“La mia coppia preferita sono Paula Josemaria e Ari Sanchez. Saranno molto forti anche se hanno perso facilmente la finale. Ovviamente anche Salazar / Triay e Gonzalez / Sainz, ma penso che la coppia Josemaria / Sanchez farà risultati”.

Potrebbero interessarti