Padel Market

Home // Padel Italia // Gustavo Spector, tra Spector Padel House e gli Europei in arrivo

Gustavo Spector, tra Spector Padel House e gli Europei in arrivo

Gustavo Spector, tra Spector Padel House e gli Europei in arrivo

La FIP (Federazione Internazionale Padel) ha assegnato l’organizzazione dei XII Campionati Europei di Padel alla FAP (Federazione Andalusa Padel), Marbella sarà la città che, dopo aver visto gli albori di questo sport in Europa, ora torna ad accogliere le più importanti nazionali, dal 28 giugno al 4 luglio. 

L’Italia parteciperà accanto ad altri 17 paesi.

Gustavo Spector CT della Nazionale italiana è anche Presidente e fondatore di Spector Padel House (SPH). L’azienda, nuovo player dell’industria sportiva italiana, è nata con l’obiettivo di diffondere questa disciplina già in ascesa attraverso la creazione di un network di club diffuso su tutto il territorio italiano.

In vista degli Europei Gustavo Spector afferma: «Come appassionato di padel sono molto contento di poter vedere quanto stia crescendo questo sport, la partecipazione di 18 nazionali agli Europei 2021 ne è la dimostrazione!

Ad oggi Spagna e Portogallo (paese subito dopo la Spagna dove si è diffuso il padel), sono le nazionali da battere. Francia e Svezia sono gli stati che stanno facendo un percorso molto simile all’Italia, non è un caso infatti che negli ultimi Europei ci sia stata la vittoria del nostro team maschile contro quello francese, e la sconfitta delle ragazze da parte delle francesi.

Inghilterra, Olanda, Germania, Belgio e Austria, sono sicuramente le nazionali che ormai da anni partecipano alla competizione, e possono dunque esprimere la loro.

Danimarca, Finlandia, Lituania, Monaco, Norvegia, Polonia, Russia, San Marino e Svizzera, sono nazionali che stanno crescendo bene e stanno iniziando a diventare davvero competitive! 

Con i ragazzi della Nazionale italiana stiamo lavorando con grande impegno per poter ottenere grandi risultati. Finalmente abbiamo modo di giocare a livello internazionale e poterci confrontare con altre realtà, per capire a che punto siamo.

Tutto l’ambiente del padel sta crescendo molto tatticamente e tecnicamente ed è per questo motivo che la competizione sarà ad altissimi livelli. 

Il percorso della nazionale ne è un chiaro esempio. SPH è nata proprio con l’obiettivo di diffondere ulteriormente il nostro meraviglioso sport attraverso la creazione di un network di padel club su tutto il territorio italiano dove ogni atleta possa divertirsi, aggregarsi e imparare l’eccellenza.

 Che dire: seguiteci, tifate per gli azzurri a Marbella e vi aspetto nelle Spector House – ¡Vamos compañeros!»

Potrebbero interessarti

Padel Italia

Slam by Mini: A Napoli a segno Orsi/Marchetti e Perez/Iriart

La quarta tappa del circuito di punta dell’attività nazionale incorona per la seconda volta Carolina Orsi e Giorgia Marchetti, a segno su Parmigiani/Zanchetta in una finale combattutissima. Nel maschile successo per l’italo-argentino Emiliano Iriart e lo spagnolo Carlos Perez Cabeza, entrambi di base in Sicilia. Superati in finale Cattaneo/Sinicropi