Padel Market

Home // Padel Italia // Apre “Spector House Milano-Barona”

Apre “Spector House Milano-Barona”

Apre “Spector House Milano-Barona”

Spector Padel House (SPH), società specializzata nel club management di centri padel secondo il “Metodo Spector”, ad un anno dalla sua fondazione, è lieta di annunciare l’apertura della Spector House Milano-Barona: nuovo headquarter italiano del Il TC Barona, presso il quale sorge la nuova Spector House Milano-Barona, è una struttura polivalente da decenni punto di riferimento dell’intero nel contesto sportivo milanese. Il TC Barona dispone di quattro campi da padel di recente realizzazione, i quali vengono coperti da una tensostruttura climatizzata durante i mesi invernali. A quelli esistenti se ne aggiungeranno presto di nuovi. Gustavo Spector, CT della Nazionale Italiana di Padel, farà base nella Spector House Milano- Barona e, insieme ai Coach Spector, ne gestirà il calendario sportivo e vi organizzerà gli eventi più rilevanti del Network SPH.

La nuova Spector House Milano-Barona, grazie alla sua elevata qualità – tanto strutturale che ricettiva – si sposa perfettamente con i principi cardine del nostro metodo: inclusione, eccellenza e professionalità” ha commentato Gustavo Spector, Presidente di SPH, il quale ha aggiunto: “siamo entusiasti di lavorare insieme alla famiglia Caccia Dominioni: con la quale condividiamo visione, aspirazioni, metodologia e passione per lo sport”.

La nuova Spector House Milano-Barona al pubblico il prossimo 1° aprile. In tal occasione si terrà la prima edizione degli SPH GAMES: una giornata di sport dedicata alle aziende, le quali verranno coinvolte da SPH e OneDay Group in un torneo di padel e attività di team building.

Potrebbero interessarti

Padel Italia

Slam by Mini: A Napoli a segno Orsi/Marchetti e Perez/Iriart

La quarta tappa del circuito di punta dell’attività nazionale incorona per la seconda volta Carolina Orsi e Giorgia Marchetti, a segno su Parmigiani/Zanchetta in una finale combattutissima. Nel maschile successo per l’italo-argentino Emiliano Iriart e lo spagnolo Carlos Perez Cabeza, entrambi di base in Sicilia. Superati in finale Cattaneo/Sinicropi