Home // Mondo del Padel // Cupra FIP Finals: vincono Zaratiegui/Javier Gonzalez e Castello/Villalba

Cupra FIP Finals: vincono Zaratiegui/Javier Gonzalez e Castello/Villalba

Cupra FIP Finals: vincono Zaratiegui/Javier Gonzalez e Castello/Villalba

Inigo Zaratiegui Pedrosa e Javier Gonzalez Barahona nel maschile, Maria Del Carmen Villalba Sanchez e Jessica Castello Lopez nel femminile. Sono i vincitori della seconda edizione cagliaritana delle Cupra FIP Finals, che al PalaPirastu hanno chiuso la lunghissima stagione del circuito dell’International Padel Federation, transitato da oltre 30 paesi e assoluto protagonista nella diffusione globale del padel.

Una stagione simile meritava un gran finale e l’ha avuto in Sardegna, dove – come al solito – a dominare sono stati i giocatori spagnoli, che su scala europea restano gli assoluti protagonisti della disciplina. Eppure, almeno nel maschile a vincere non sono stati i favoriti della vigilia, caduti addirittura all’esordio, e nemmeno Alex Arroyo e Ivan Ramirez, che sembravano avere una marcia in più di tutte le altre coppie.

Invece, in finale i due ventenni si sono dovuti arrendere per 6-2 6-3 ai connazionali Zaratiegui/Gonzalez, quarta coppia del tabellone, protagonisti di un torneo veramente perfetto che gli è valso – come alle vincitrici del femminile – 65 punti per il ranking mondiale e 6.300 euro (2.700€ e 35 punti, invece, per le due coppie finaliste).

Zaratiegui e Gonzalez si sono presentati in finale senza aver ceduto nemmeno un set nei quattro incontri precedenti, e anche nel duello decisivo hanno giocato un padel splendido, lasciando poche chance ai rivali. Dal 2-2 del primo set hanno piazzato un parziale di quattro game di fila che gli ha consegnato la prima frazione, mentre nel secondo sono subito finiti sotto di un break, ma non hanno fatto una piega. E dal 3-1 sono di nuovo saliti in cattedra, andando a prendersi il successo grazie ad altri cinque game consecutivi.

“Sono contentissimo di chiudere la stagione in questo modo – ha detto Barahona –: siamo arrivati qui con tanta voglia di vincere, e siamo riusciti a portarla in campo in ogni momento. Abbiamo affrontato rivali competitivi, ma nei momenti decisivi siamo stati molto forti dal punto di vista mentale”.

Felicissimo anche il compagno: “Javi – ha detto Zaratiegui – è un amico, col quale mi era capitato spesso di giocare contro ma raramente insieme. Ha saputo trasmettermi il suo grande spirito competitivo, che ha dato una spinta al nostro gioco, permettendoci di fare la differenza quando ce n’era bisogno”.

Molto più combattuta, invece, la finale femminile fra le prime due coppie del tabellone, che ha premiato le numero uno del seeding Castello/Villalba, rispettivamente numero 19 e 27 della classifica mondiale. Le due hanno avuto bisogno di 2 ore e 11 minuti per vincere la resistenza di Barbara Las Heras e Veronica Virseda, che proprio come Arroyo/Ramirez andavano a caccia del bis in Italia dopo il successo del mese scorso nel FIP Gold di Milano, nell’altro torneo di altissimo livello del Cupra FIP Tour giocato nel nostro paese.

Ma hanno fallito anche loro, arrivando a due punti dal titolo (30-30) quando hanno servito per il match sul 6-5 del secondo set, peraltro dopo aver rimontato uno svantaggio di 5-2. Ma nel momento di concretizzare gli sforzi fatti per risalire la corrente sono mancate: hanno perso il dodicesimo game, poi ceduto anche il tie-break e sono subito finite sotto in avvio di terzo, senza più riuscire a recuperare.

“Se siamo riuscite ad arrivare al terzo set – ha detto Jessica Castello al termine della finale – il merito è solo della mia compagna, che mi ha trascinato nel momento decisivo. Poi nel terzo siamo salite di livello e siamo andate a prenderci il successo. Sono stata molto felice di giocare insieme a lei: era la nostra prima volta insieme, ma è stato come se giocassimo l’una a fianco all’altra da una vita”.

“Sono davvero felicissima – ha aggiunto la compagna, in lacrime di gioia al termine del match –, anche perché per me questo è stato un anno difficile. Non potevo chiedere di meglio che chiuderlo con una vittoria”.

“Quella del Cupra FIP Tour – ha detto Luigi Carraro, presidente dell’International Padel Federation – è stata una stagione intensa , con un’ottantina di tornei sparsi in trenta paesi diversi. In questo evento erano rappresentate 17 nazioni, e per questo ci tengo a ringraziare tutte le varie federazioni per i loro sforzi quotidiani, nell’ottica di uno sviluppo sempre maggiore del padel su scala globale”.

“Grazie agli atleti – ha aggiunto – che ci hanno regalato cinque giornate di spettacolo di altissimo livello, grazie al pubblico che ci ha accompagnato in questo successo, e grazie ovviamente a Paolo Truzzu, sindaco di Cagliari, e all’assessore allo sport Andrea Floris, che ci hanno dato un supporto straordinario nelle ultime settimane. Un grazie anche alla Regione Sardegna, vero motore di tutti questi eventi di padel in questa terra straordinaria”.

TABELLONE MASCHILE – Finale
Gonzalez/Zaratiegui (ESP/ESP) b. Arroyo/Ramirez (ESP/ESP) 6-2 6-3

TABELLONE FEMMINILE – Finale
Villalba/Castello (ESP/ESP) b. Las Heras/Virseda (ESP/ESP) 3-6 7-6 6-2

Potrebbero interessarti